Home / Tecnologia / Snazzy Maps per Google Maps

Snazzy Maps per Google Maps

Dalla versione 3 delle Google Maps API è possibile applicare stili custom alle celebri mappe del gigante di Page & Brin. In particolare, il sito snazzy maps consente in pochi click di aggiungere alla rappresentazione cartografica la propria personalità e sopratutto coerenza ai propri servizi.

Pensiamo quindi ad un sito web che ha finalmente la possibilità di rendere le mappe graficamente più integrate al mood grafico deciso dal designer. La possibilità di personalizzazione è piuttosto ampia anche se forse qualcosina in più poteva essere fatta.

Di seguito qualche esempio:



La personalizzazione è estremamente semplice ed immediata, si costruisce un json per lo stile che definisce colore e visibilità degli elementi di mappa come strade ed autostrade, confini nazionali e regionali, orografia eccetera.

Di fondo, emerge con chiarezza la strategia di Google: tutte le creazioni di snazzy maps sono sotto licenza creative commons. Vale a dire che con effort minimo l’azienda di Mountain View ha messo a disposizione strumenti che consentiranno a creativi di tutto il mondo di contribuire all’arricchimento delle proprie mappe proprietarie! Le personalizzazioni sono quindi free, ma le mappe sono a licenza proprietaria Google: l’azienda Californiana si troverà indirettamente “proprietaria” di migliaia di personalizzazioni delle sue mappe…

Se lo strapotere di Google inizia a darvi fastidio (a me un pochino si…) sempre in tema di mappe merita una menzione il progetto OpenStreetMap, totalmente free e collaborativo; chiaramente molte spanne al di sotto di google maps, ma dimostra con chiarezza che è possibile far cose belle anche al di fuori di Big G.

Likes(0)Dislikes(0)

About Emanuele Donati

Emanuele Donati
Interested in innovative and challenging projects. Trying to anticipate innovation through full understanding of technologies and their fields of application. Improving human - machine interaction and fruition of new technologies for large masses.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*